Cosa sono I Chakra? di Emanuela Todesco

18 Mag, 2014

emanuela-TODESCOSentiamo spesso parlare di Chakra. Ma cosa sono?

Il termine Chakra, dal sanscrito cakra, in scrittura devanagari, significa ruota, disco, centro. Vengono anche chiamati Padma, cioè loto. Infatti sono spesso rappresentati come fiori di loto chiusi, semichiusi, o aperti, con differenti numeri di petali che aumentano mano a mano che salgono verso l’alto. Possono essere rivolti verso il basso, cioè verso la Terra, o verso l’alto, cioè verso il Cielo, a secondo il livello di coscienza raggiunto dalla persona che li riscopre e di conseguenza agisce.

I Chakra sono dei vortici d’energia sottile situati lungo l’asse centrale del corpo umano, nella parte che va dalla base della spina dorsale fino la sommità del capo, in corrispondenza delle ghiandole del sistema endocrino e dei maggiori plessi del sistema nervoso. Fungono da centri di raccolta e trasmissione delle energie sottili (o metafisiche) e concrete (o biofisiche).

I principali Chakra sono 7, e sono composti di un vortice anteriore ed uno posteriore fatta però eccezione per il primo ed il settimo Chakra, che invece sono singoli.

Quasi tutti “vedono” e “sentono” i Chakra come degli imbuti che roteano e contemporaneamente fanno scorrere l’Energia avanti ed indietro. Ecco perché nell’iconografia orientale (ma anche in quella occidentale) essi sono sempre stati rappresentati così.

Ogni Chakra influenza una specifica funzione corporea.

Essi sono inoltre dei veri e propri livelli di coscienza, ed ad ogni Chakra corrisponde ad un aerea della nostra vita. Tutte le nostre percezioni, tutti i nostri sensi, tutti i nostri possibili stati di consapevolezza, tutto ciò che è possibile sperimentare, può essere suddiviso in sette categorie. Ogni categoria può essere associata a uno specifico Chakra. Così, come dicevo, ad essi corrispondono non solo specifiche parti del nostro corpo fisico, ma anche parti specifiche della nostra coscienza.

Quando si capta un disagio in qualche punto della coscienza, lo si sperimenta nel Chakra corrispondente a quella parte della coscienza. Il disagio viene poi trasmesso alla ghiandola endocrina associata al Chakra, la quale produce ormoni che modificano la chimica del corpo. Un cambiamento della coscienza crea quindi una trasformazione chimica del corpo.

Lavorare con i Chakra da energia e bilancia corpo, mente e spirito.

Quando il Chakra è aperto, l’energia fluisce liberamente penetrando tutti gli strati dell’aura, quando invece il Chakra è chiuso, o bloccato, l’energia trova un ostacolo e non penetra: in quel punto avremo uno squilibrio a livello fisico, o a livello mentale e spirituale, o addirittura anche ad entrambi, come ansia, depressione, stress eccessivo o dolori cronici.

Il perfetto funzionamento del sistema energetico, è quindi sinonimo di buona salute fisica, mentale e spirituale, e il loro equilibrio consente di vivere la vita al massimo delle proprie potenzialità. Ecco perché è importante conoscere e capire la funzione di ogni Chakra, e cosa puoi fare per far fluire liberamente l’energia attraverso di essi, per migliorare così complessivamente la qualità della tua vita.

Immagina il flusso della tua energia interiore come lo scorrere dell’acqua di un fiume: quando nel letto del fiume non ci sono ostacoli o barriere, l’acqua scorre uniformemente e costantemente, alimentando la vita lungo le sue sponde.

Allo stesso modo, i tuoi organi e tutti i tuoi processi fisiologici,oltre ai tuo processi emotivi, mentali e spirituali, si nutrono di questa energia.

Immagina ora se nel letto di questo fiume iniziassero a depositarsi delle grandi pietre (pensieri negativi e stress emotivo); il normale fluire dell’acqua verrà ostacolato e se molte pietre si accumulano nello stesso punto potrebbero venire a crearsi delle vere e proprie barriere o dighe che non permettono all’acqua di scorrere.

Allo stesso modo, quando la tua energia interiore incontra degli ostacoli e delle barriere, rallenta drasticamente il suo fluire, o viene interrotta del tutto, portando gravi conseguenze negative sotto vari punti di vista. L’energia potrebbe essere troppa in alcune aree e del tutto assente in altre.

Per “aprire” e riequilibrare i Chakra e dunque armonizzare a bilanciare la mente, il corpo e lo spirito, esistono molte tecniche diverse, basate per lo più sulla meditazione, sulle pietre e i cristalli, su esercizi e movimenti fisici, sul massaggio, sui colori, e sugli aromi.

Vediamo ora quali sono i 7 Chakra principali e le corrispondenze con le ghiandole endocrine:
Settimo: Shahasara, Chakra della Corona, ghiandola pineale
Sesto: Ajna, Chakra del terzo occhio, ipofisi
Quinto: Visuddha, Chakra della gola, tiroide e paratiroide
Quarto: Anahata, Chakra del cuore, timo
Terzo: Manipura, Chakra del plesso solare, pancreas
Secondo: Svadhistana, Chakra sacrale, ghiandola genitale
Primo: Muladhara, Chakra della radice, ghiandola surrenale

Nei prossimi articoli andremmo a vedere ad uno ad uno i 7 Chakra, le loro carattersitiche e come influenzano la tua vita.

Emanuela Todesco
http://www.emanuelatodesco.com

Related Posts

Leave a reply