Primo Chakra? di Emanuela Todesco

22 Giu, 2014

emanuela-TODESCONon ti senti completamente radicato? Ti senti insicuro, e a volte hai scarsa fiducia nell’esistenza? Sei spesso privo di forza e tendi all’esaurimento? Hai difficoltà a gestire il denaro? Soffri spesso di problemi intestinali, costipazione o diarrea?

Hai mai pensato che questo può derivare da un disquilibrio del Chakra Radice?

Vediamo perchè.

Il primo Chakra, chiamato appunto Chakra Radice, in sanscrito Muladhara (che significa sostegno della radice) costituisce il fondamento del sistema energetico dei Chakra. Attraverso il centro della base, l’energia viene raccolta dalla terra e dalla natura ed in seguito trasformata.

E’ posizionato alla base della colonna vertebrale, infondo al coccige, al centro del perineo, tra l’ano e i genitali, ed è associato al colore rosso. E’ collegato all’elemento terra, e al pianeta Mercurio. il verbo correlato è “Io ho”.

Il Chakra radice è associato a temi quali la sicurezza, la stabilità, la soppravvivenza, il radicamento e la connessione con il mondo fisico e con “Madre Terra”.

Perché è importante che essi sia equilibrato?

L’energia di questo Chakra dona vitalità, coraggio, fiducia, forza di volontà e voglia di vivere e di intraprendere nuove avventure.

L’abbondanza materiale, il successo in ambito lavorativo, una patria fissa e stabili rapporti familiari e di coppia sono il risultato di un Chakra radice carico di energia.

Quando questo Chakra è aperto ci sentiamo protetti e al sicuro,abbiamo piena consapevolezza del nostro corpo, viviamo pienamente il momento presente e progettiamo il nostro futuro con tenacia e chiarezza mentale, invece di limitarci a reagire impulsivamente alle circostanze, un atteggiamento che influenza negativamente in particolare l’aspetto legato alla stabilità finanziaria.

Quando invece è in disequilibrio, pensieri ed azioni possono essere orientati alla soddisfazione ossessiva dei bisogni materiali e della sicurezza personale. Avidità, egocentrismo, mancanza di fiducia nelle forze vitali ancestrali, imposizione aggressiva di interessi e fini egoistici sono sintomi che rivelano seri disturbi alla base naturale.

Debolezza e scarsa resistenza fisica ed emozionale, sottolineano un’insufficente funzionalità del Muladhara. Perdiamo la capacità di gestire il denaro e i problemi economici diventano sempre più frequenti e assillanti. Viviamo cose e situazioni con eccessiva preoccupazione, anche se esse sono banali. Ci sentiamo come se avessimo perso ogni punto d’appoggio. Ogni fatto o evento diventa difficile da superare, sogniamo quindi condizioni più facili e piacevoli, generando fughe mentali dalla realtà contingente. Se i Chakra superiori sono maggiormente sviluppati rispetto agli inferiori, avremo la sensazione di essere fuori dal mondo, vivendo una sensazione d’estraneità e solitudine.

A livello fisico, questo Chakra fornisce l’energia all’intestino crasso, alle ossa, alla gambe, ai piedi ed alle ghiandole surrenali. Disturbi fisici di questo tipo possono segnalare un malfunzionamento di esso. Un Muladhara sano si manifesta attraverso ossa e denti robusti, nonchè un buon funzionamento dell’intestino crasso e una escrezione regolare. Generalmente anche la qualità del sangue e il nervo sciatico ne sono influenzati. Un consapevole sviluppo del Chakra di base può prevenire o lenire i dolori renali o le malattie alle ossa (come per esempio l’osteoporosi).

“E possibile riequilibrare il Chakra Radice?” mi chiederai. Certo! Ti piego subito come!

Effettua sport regolarmente, e fai in modo di muoverti a sufficienza. Esci di casa, stai all’aperto, in mezzo alla natura, prendi il sole, e respira aria fresca… insomma, ritrova la connessione con Madre Terra! Fare attività all’aperto è senza dubbio il modo migliore per fare in modo che l’energia torni a fluire liberamente attraverso il primo Chakra. Ecco qualche esempio di attività che puoi fare all’aperto: ballare, yoga, correre, camminare, giardinaggio, arrampicata su roccia, escursioni, giochi di squadra all’aria aperta come il calcio.

Indossa capi d’abbigliamento di colore rosso, o utilizza tessuti rossi nella tua abitazione.

Mangia cibo di colore rosso, come le barbabietole, le patate dolci e altri ortaggi a radice; insaporisci le tue pietanze con spezie come il pepe di Caienna, la paprica e il peperoncino.

Siediti con la schiena eretta, inspira attraverso il naso e fai risuonare, espirando, una “U”. Esegui questo esercizio per circa 5 minuti. Emettere la vocale “U” stimola il primo Chiakra.

Puoi riequilibrare il Chakra radice anche utilizzando delle pietre. Scegli in modo intuitivo una delle seguenti pietre: rubino, ematite, sarda, corallo rosso, spinello, diaspro rosso, granato, occhio di gatto (occhio di tigre rossa). Rigira la pietra tra le mani per ricevere un piacevole massaggio, lasciando confluire l’energia della pietra dalle mani al primo Chakra. Oppure tienila a contatto con la pelle, sottoforma di anello o collana.

Ripeti le seguenti affermazioni più volte al giorno, sopratutto prima di addormentarti. Sussurra l’affermazione lentamente e con voce rilassata per almeno dieci volte:

“Ascolto con crescente attenzione i bisogni del mio corpo” ” Percepisco il mio corpo in totale consapevolezza in ogni momento” “Ho fiducia nella forza della natura e mi lascio sorreggere dalla terra”

Ora..ti stai chiedendo come cambierà la tua vita quando il tuo Chakra della Radice ritroverà il suo naturale equilibrio?

Bè, ti assicuro che cambieranno molte cose… imparerai a sentirti rilassato e in pace, svilupperai un buon rapporto con il tuo corpo, ti sentirai costantemente al sicuro.

Ti sentirai connesso con l’universo e perfettamente integrato nei cicli naturali della vita.

Il tuo rapporto con il denaro diventerà equilibrato, imparerai a gestire i tuoi soldi e ad averne sempre abbastanza per soddisfare ogni tuo bisogno, con un occhio sempre rivolto al futuro e uno al presente.

Vivrai un’esistenza all’insegna della prosperità e dell’abbondanza sia materiale che spirituale.

Le tue relazioni con gli altri diventeranno sane ed equilibrate, e percepirai una profonda connessione con la terra e con tutte le creature viventi.

Infine sentirai una forte spinta interiore a dare il tuo contributo attivo per proteggere madre terra e prenderti cura di essa.

Dico sempre che la conoscenza e la consapevolezza sono il primo passo per ogni cambiamento e miglioramento..ma uno dei passi più importanti è l’azione!

Ora hai tutte le indicazioni..sta a te metterle in pratica per il tuo benessere!

Nel prossimo articolo ti parlerò di cosa rappresenta il secondo Chakra, dell’importanza del suo equilibrio e di come energizzarlo.. Stay tuned!

Emanuela Todesco
http://www.emanuelatodesco.com

Related Posts

Leave a reply